In cucina con lo staff: pizza fatta in casa.

Qualcuno ha detto pizza? Ci siamo chiesti più volte come fare per contribuire a migliorare le vostre giornate durante questo periodo di lontananza forzata. Ci siamo consultati più volte per arrivare tutti alla stessa conclusione. Condividere quello che sappiamo fare meglio: cucinare!
Ecco qui una ricettina semplice per chi in questi giorni avesse voglia di sporcarsi le mani evitando prodotti surgelati!

INGREDIENTI:

– 450 g di farina 00

– 50 g di farina integrale (per dare gusto)

– 350 ml di acqua

– 15 g di sale

– 15 g di olio extra vergine di oliva

– 5 g di lievito di birra fresco oppure 12g di lievito di birra secco

– Semi di sesamo o lino a piacimento q.b.

PROCEDIMENTO:

Unire in una ciotola le farine con il lievito sbriciolato per far si che la farina si ossigeni, aggiungere acqua a più riprese in piccole quantità per creare la maglia glutinica senza smettere di impastare. Una volta ottenuta una consistenza sufficientemente solida lavorarla su un ripiano per poi riportare la massa nella terrina dove aggiungeremo la restante acqua, il sale e l’olio (il quale avrà la funzione di creare una sorta di pellicola attorno all’impasto e regalargli croccantezza in cottura). Chiudere la terrina con della pellicola e lasciare riposare la massa per un’oretta a temperatura ambiente e due ore in frigorifero.

Pausa lettura, work out e serie tv.

Estrarre il composto ed adagiarlo su un ripiano cosparso di farina. Lavorarlo in modo delicato ma deciso piegandolo su sé stesso per far si che la superficie diventi liscia. Separare l’impasto in due o più palline (dipende dal diametro che si vuole ottenere) e lasciare lievitare per altre 4/6 ore all’interno di un contenitore.

Pane

Pausa videochiamata, pulizie di primavera e merenda.
Adagiare nuovamente le palline sul ripiano infarinato e schiacciarle spostando l’aria dall’interno verso l’esterno creando così un cornicione bello alto. Oliare uno stampo in alluminio rotondo ed adagiare la base, aggiungere il pomodoro precedentemente condito ed accendere il forno. Questi 20 minuti di attesa serviranno al lievito per terminare il processo.

Forno statico: 220 °

Cuocere la base per circa 10 minuti nella parte basse del forno per poi aggiungere mozzarella e quanto desiderato avvicinando la teglia alla resistenza per altri 5 minuti circa.

Consiglio farcitura: Crema di peperoni, stracchino fresco al cucchiaio, pancetta arrotolata croccante, timo fresco.

Accorgimenti:

Se utilizzate l’impastatrice assicuratevi che l’acqua sia gelida poiché l’impasto si surriscalderebbe rompendo la maglia glutinica impedendo al gas di essere trattenuto. Il risultato sarebbe un pizza piatta non lievitata. (meglio cercare ricette specifiche)

Non stendere l’impasto con il mattarello ma “aprirlo” con le mani altrimenti si vanificherebbe il processo di lievitazione

Ricordatevi di scegliere sempre un sugo di pomodoro di qualità in quanto è il vero protagonista della pizza, fate lo stesso con tutti gli altri ingredienti. Migliore la materia prima, migliore il risultato.

Ora non vi resta che mettervi all’opera! Taggateci nelle vostre storie e post così potremo vedere il risultato finale. Se avete domande sulla scelta degli ingredienti o sul procedimento fate un fischio!

Ricetta di Mattia Melotti

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Articoli correlati:

Chi è Senatore Cappelli?

Chi è Senatore Cappelli? Se hai aperto il nostro menù almeno una volta hai sicuramente visto questo signore aggirarsi tra i nostri ingredienti. Chi è

Capodanno in collina

Capodanno in collina La notte più attesa dell’anno! Non lasciare che ti colgano impreparato alla domanda più noiosa dell’anno! Rispondigli che vai al San Mattia.

Contatti

Visualizza la Privacy Policy

  • San Mattia - Osteria, Pizzeria & Lounge Bar
  • Viale dei Colli, 43, 37128 Verona
  • info@sanmattia.eu
  • +39 045-2456625