I ragazzi in cantina: Monte Santoccio

Ognuno di noi ha un posto del cuore, un luogo pieno di magia e nel nostro caso anche di sapori.
Stiamo parlando dell’Azienda Vinicola Monte Santoccio, appollaiata sulla collina da cui prende il nome a guardare il sole sorgere e tramontare sulla Valpolicella. Da sempre la famiglia Ferrari si prende cura di questo terreno che oggi conta 4 ettari e produce Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara. Il controllo su tutta la filiera produttiva è maniacale: inizia dalla coltivazione, prosegue con la raccolta fino, la conservazione ed infine la fermentazione. Ogni volta che arriviamo ad aspettarci c’è Nicola, il proprietario, e la moglie Laura super sorridenti che ci accolgono proprio come a casa. Cosa ci fanno trovare? Un tavolone già apparecchiato pieno di salumi e formaggi nostrani il cui scopo è quello di sposarsi perfettamente con i vini che andremo ad assaggiare. La nostra prima visita ci è servita per scoprire la cantina, ma dalla seconda in poi è nata proprio un’amicizia vera. Non solo con il prodotto in sé (che conosciamo, amiamo e consigliamo spassionatamente) ma con i produttori che ci fanno sempre sentire in famiglia, proprio come cerchiamo di fare con i nostri clienti giorno dopo giorno. Iniziamo sempre con una degustazione in cui Nicola ci racconta com’è andata la vendemmia, come sarà il vino del prossimo anno e cosa dobbiamo aspettarci. Anche noi diamo il nostro contributo però, gli riportiamo i vostri pareri, cosa vi piace di più e cosa meno. Creiamo momenti di confronto per crescere insieme e trovare sempre nuovi spunti. Immancabili sono le pause tra un calice e l’altro in cui passeggiamo tra le vigne, giochiamo sul terrazzone tra noi e con le sue simpatiche bimbe (team building è anche questo). Infine scendiamo dove tutto si trasforma. Basta scendere gli scaloni in pietra per iniziare a respirare il profumo del mosto e la parte che preferiamo è quando ci fa assaggiare il vino nuovo direttamente dalla botte. Questo non solo ci permette di sviscerare l’intero processo di produzione ma anche di paragonarlo una volta imbottigliato e finito. Quando arriva il momento di andare a casa siamo tutti un po’ tristi come se chiudesse le porte un parco divertimenti così tra acquisti, abbracci e promesse di rivederci presto torniamo verso il ristorante. Ora non ci resta altro che farvi assaggiare di persona la nostra esperienza e sapere cosa ne pensate. Da noi potete trovare Valpolicella Classico, Valpolicella Superiore, Ripasso e Santoccio Rosso IGP.

Ci vediamo a tavola!
N.B. La ricerca di prodotti che serviamo ai nostri tavoli è frutto di ciò che viviamo in prima persona. Crediamo ancora nei rapporti veri: quelli nati per sintonia, per interessi comuni, per condivisione di valori.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Articoli correlati:

Chi è Senatore Cappelli?

Chi è Senatore Cappelli? Se hai aperto il nostro menù almeno una volta hai sicuramente visto questo signore aggirarsi tra i nostri ingredienti. Chi è

Capodanno in collina

Capodanno in collina La notte più attesa dell’anno! Non lasciare che ti colgano impreparato alla domanda più noiosa dell’anno! Rispondigli che vai al San Mattia.

Contatti

Visualizza la Privacy Policy